Calcio Catanzaro
Sito appartenente al Network

Catanzaro-Ascoli nel ricordo di Mazzone e del suo allievo prediletto Scorsa

Per una macabra coincidenza, nel giorno dell'esordio in B delle Aquile, i due allenatori scomparvero a poche ore di distanza l'uno dall'altro

Quel 19 agosto 2023 i tifosi giallorossi lo ricorderanno a lungo. Con due stati d’animo opposti. Nel giorno dell’esordio in Serie B dei giallorossi di Vivarini allo “Zini” di Cremona, per una macabra coincidenza, scomparvero Carlo Mazzone e Francesco Scorsa. Uno, allenatore iconico, a poche ore di distanza dall’altro, suo allievo prediletto e capitano di tante battaglie. 

Una carriera da tecnico lunghissima per “Sor Carletto”, detentore del record di panchine in massima serie: ben 792 con Catanzaro, Ascoli, Fiorentina, Roma, Lecce, Cagliari, Napoli, Bologna, Perugia, Brescia e Livorno. Con lui in panchina, i giallorossi portarono a casa un nono posto nel campionato di Serie A 1978-1979, anno in cui raggiunsero anche la semifinale di Coppa Italia venendo poi eliminati dalla Juventus. Indimenticabile lo “scudetto degli onesti” dopo la retrocessione in Serie B e il ripescaggio in A nel 1980: un “titolo” che ha incarnato il suo approccio etico e leale al calcio che tutti ricordano in Italia.

Quando gli allenatori non erano manager con abiti firmati c’era Carlo Mazzone, quando i calciatori non erano miliardari tatuati avevano la faccia e i baffi di Francesco Scorsa. Per un singolare scherzo del destino lo storico difensore è morto qualche ora prima del suo grande maestro, con cui aveva fatto la storia ad Ascoli. Nativo di Soverato, con i bianconeri vanta infatti il primato di presenze in Serie A. Cessata l’attività agonistica, Scorsa ha intrapreso la carriera di allenatore con un’apparizione in Serie B alla guida del Catanzaro nella stagione 1985/86 (nell’annata precedente era stato vice allenatore di G.B. Fabbri in cima ai tre colli nella trionfale stagione di C1 culminata con la promozione in cadetteria). Avrebbe sognato di vedere un Catanzaro-Ascoli in Serie B, magari al fianco di “Sor Carletto”. Due tra i più grandi, leggendari doppi ex della sfida che andrà in scena il prossimo 10 febbraio al “Ceravolo”. 

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Le probabili formazioni e le info su dove vedere Cittadella-Catanzaro, match valevole per la ventiseiesima...
Tre lunghezze separano in classifica le due compagini. Tra le mura amiche, i granata sono...
Il difensore giallorosso: "Siamo in zona playoff e abbiamo voglia di mantenerla"...

Dal Network

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

Calcio Catanzaro