Calcio Catanzaro
Sito appartenente al Network

Palermo-Catanzaro 1-2, la gioia di Vivarini: “Partita interpretata nel modo giusto”

Il tecnico giallorosso: "Non era facile tirare fuori questa personalità contro una grande squadra come il Palermo. E sulle sostituzioni..."

como-catanzaro-vivarini

Un altro scalpo eccellente. Il Catanzaro espugna anche il “Barbera” di Palermo e per una notte si gode il terzo posto in solitaria. E’ una notte dalle grandi emozioni per Vivarini, che proprio ieri 30 novembre festeggiava due anni di “matrimonio” con il club giallorosso. “Devo fare i complimenti ai ragazzi che hanno interpretato la partita nel modo giusto, non era facile tirare fuori questa personalità contro una grande squadra come il Palermo. Abbiamo avuto tantissime situazioni per far gol, loro ci hanno messo un po’ in difficoltà ma siamo riusciti anche a creare situazioni per chiudere la partita. Ringrazio anche i tifosi di Palermo che a fine gara ci hanno riservato apprezzamenti”. 

Nel finale, dopo il gol di Stulac, un po’ di sofferenza: “Il Palermo spingeva tanto, ma dobbiamo imparare a superare queste difficoltà. Stiamo cercando di migliorare sempre, in Serie B non basta quanto facevamo lo scorso anno. Il Palermo ci veniva a prendere uomo su uomo e dovevamo essere bravi con i vertici. Il lavoro difensivo è diverso rispetto a quello dello scorso anno: sulle linee difensive dovevamo lasciare superiorità numerica e non accettavamo mai l’uno contro uno. La squadra sta crescendo su tanti altri aspetti, ma il campionato è lungo e difficile. Le sconfitte finora le abbiamo rimediate solo perché gli avversari erano di livello alto…”. 

L’assetto iniziale dei rosanero ha sorpreso il tecnico giallorosso: “Pensavo che il Palermo preferisse le cose consolidate. Appena avuta la loro formazione, nello spogliatoio abbiamo subito cambiato le uscite e le posizioni. D’altronde, la contrapposizione dei moduli 4-3-3- e 3-5-2 ce l’abbiamo nelle corde”. Infine, sulle sostituzioni:Katseris e Vandeputte mi hanno chiesto il cambio per crampi, stessa cosa Ghion. Gli attaccanti erano stremati, quasi tutti i cambi erano obbligati e volutamente conservativi per cercare di contenere un po’ di più la spinta del Palermo”.

Subscribe
Notificami
guest

14 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Le probabili formazioni e le info su dove vedere Cittadella-Catanzaro, match valevole per la ventiseiesima...
Tre lunghezze separano in classifica le due compagini. Tra le mura amiche, i granata sono...
Il difensore giallorosso: "Siamo in zona playoff e abbiamo voglia di mantenerla"...

Dal Network

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

Calcio Catanzaro