Calcio Catanzaro
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Catanzaro, Noto: “La squadra è in simbiosi con la città. Serie A? Non è quello a cui puntiamo ora”

Il patron giallorosso: "Iemmello è entrato nella storia del club. Ceravolo? Come terreno di gioco e strutture interne è da grandi palcoscenici"

catanzaro-noto

Da quando Floriano Noto è diventato il presidente del Catanzaro nel 2017, la società è cresciuta in maniera esponenziale sotto tanti punti di vista e nella passata stagione è riuscita a ritrovare anche quella Serie B che mancava da 17 anni. I risultati sul campo hanno riacceso la passione della piazza e adesso i tifosi sognano in grande. Ai microfoni di Tuttosport, il patron Noto ha ribadito come l’obiettivo sia in questo momento la salvezza: “Sono un tipo razionale, per cui lasciamo sognare solo i tifosi. Noi dobbiamo fare un campionato che ci porti alla salvezza. Ben vengano poi i grandi risultati. Prima ci salviamo, meglio. Sono felice del mister e dei ragazzi che sono riusciti a portare a casa già 10 punti dopo che l’anno scorso abbiamo stravinto il campionato di Serie C ma sono le prime gare e ancora la strada è lunga. Dobbiamo restare con i piedi per terra”.

I risultati sono davvero frutto della simbiosi tra la città e la squadra: “Credo che si sia creata una perfetta armonia tra le parti. C’è un gruppo davvero solido. La nostra bravura è stata quella di non smembrare la squadra, dall’allenatore ai giocatori e in più c’è il pubblico che è molto vicino alla squadra. Per noi è il dodicesimo uomo in campo quando giochiamo in casa – ha detto Noto – Si è venuta a creare questa alchimia e speriamo che duri il più a lungo possibile. Questa città vive di calcio ed è molto passionale con tifosi molto attaccati a questa maglia. Ci aiutano moltissimo e li ringrazio tanto perché ci stanno sempre vicino. Anche a circa 1.400 chilometri di distanza c’erano quasi mille persone in curva e altri 500 sulle tribune. È una tifoseria da primato che non si vede in giro facilmente“.

Le ambizioni del Catanzaro passano dallo stadio “Ceravolo” e il patron giallorosso è d’accordo: “Come terreno di gioco e strutture interne è da grandi palcoscenici. Credo però che uno stadio nuovo fosse la soluzione migliore per tutti, ma tocca alla classe politica prendere queste decisioni. Vediamo come va quest’anno e poi magari si valuterà“. Sulla scelta di Vincenzo Vivarini: “Giocammo contro di lui. Lui era l’allenatore dell’Aprilia e io un semplice tifoso giallorosso e avevo notato che la sua squadra giocava bene. Poi l’ho seguito e appena si è liberato l’abbiamo subito contattato. Lo stimo come persona e come allenatore. È più bello vincere giocando bene? Essendo un gioco, il calcio deve dare spettacolo ed è divertente vedere una partita del Catanzaro allenato da Vivarini”.

Pietro Iemmello è già entrato nella storia del club giallorosso come Mammì e Palanca, secondo Floriano Noto: “Penso che Iemmello sia senza dubbio nella storia del Catanzaro. È il goleador più prolifico e quello che ci ha riportato in Serie B dopo tanti anni”. Sulla prossima partita che vedrà le Aquile contro il Parma dopo la sosta per le nazionali: “Affronteremo una squadra che, a differenza nostra, è stata costruita per andare in Serie A. Dovremo mettere grande attenzione, concentrazione e determinazione in campo. Sicuramente sarà una bella partita: che vinca il migliore. Speriamo che il pubblico ci aiuti e incrociamo le dita“. Infine, sul possibile ulteriore sforzo nel mercato di gennaio per provare a puntare quest’anno al doppio salto di categoria: “Sono molto scaramantico. Preferirei non parlare di queste cose. Vediamo come va, ma la Serie A non è quello a cui, in questo momento, puntiamo”.

Subscribe
Notificami
guest

18 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il tecnico giallorosso: "Abbiamo raccolto meno rispetto a quanto fatto. Siamo un po’ in credito...
"Per la prima volta dopo tanto tempo c'è la possibilità concreta che una neopromossa dalla...
Col quinto posto ben saldo, sabato prossimo i giallorossi avranno la ghiotta possibilità di accorciare...

Dal Network

Mister Bianco potrebbe scegliere di partire ancora con il 3-4-2-1 visto a Terni nella scorsa...
Oltre ai lungodegenti, sarà ancora assente anche un difensore che non recupera in tempo...

Altre notizie

Calcio Catanzaro