Calcio Catanzaro
Sito appartenente al Network

Luca D’Andrea, un esterno offensivo di fantasia per il Catanzaro di Vivarini

Tutto sul nuovo calciatore giallorosso classe 2004 arrivato in prestito secco dal Sassuolo

Prosegue la linea verde del Catanzaro. Ancora un altro colpo giovane messo a segno dal club giallorosso nella sessione estiva di calciomercato 2023-2024. Si tratta di Luca D’Andrea, l’esterno offensivo azzurro di 18 anni che arriva in prestito secco dal Sassuolo. Nato il 6 settembre 2004 a Ponticelli, il ragazzo ha fatto parlare di sè per la prima volta nel 2016 quando all’età di 12 anni, in occasione della Gothia Cup (il multi-torneo giovanile più grande del mondo), a suon di gol e numeri di alta scuola riuscì a trascinare l’Italia alla finale Under 12 maschile poi persa contro i messicani del Pumas Oro. Da allora tanti osservatori iniziarono a tenerlo sotto osservazione e dall’estate 2019 entra a far parte del settore giovanile della Spal. Dopo le trafila nelle giovanili biancazzurre (31 presenze, 13 gol e 4 assist), la sua crescita da calciatore prosegue al Sassuolo. Con la Primavera neroverde mette a referto 8 gol e 12 assist in 41 presenze e in prima squadra, il 17 settembre 2022, si regala pure l’esordio in Serie A in una vittoria sul campo del Torino (1-0). Non sarà la sua unica apparizione dato che in massima serie accumulerà con Alessio Dionisi altre 4 presenze condite da un assist. 

Alto solamente 173 cm, D’Andrea è un calciatore molto offensivo che può essere utilizzato sia da seconda punta che da trequartista oppure da esterno, il ruolo più adatto alle sue caratteristiche. Possiede un’ottima tecnica abbinata a un piede sinistro piuttosto educato per rifinire azioni e tirare in porta. Al ragazzo piace particolarmente puntare il suo diretto avversario sfruttando la specialità della casa: una velocità in grado di fare la differenza e creare il panico negli ultimi trenta metri. Il suo principale punto debole è probabilmente il fisico ma l’età è dalla sua parte e su questo può ancora lavorare molto. Nel nuovo 4-4-2 di marca giallorossa, che torna 3-5-2 in fase di non possesso, Vivarini punterà sul 18enne di Ponticelli soprattutto da esterno a destra per permettergli di rientrare verso l’interno del campo e calciare in porta con il suo abile sinistro. Nel corso della ripresa della partita di Coppa Italia contro il Foggia, era stato schierato proprio in quella posizione destando subito una buona impressione, come sottolineato anche dallo stesso tecnico giallorosso in conferenza stampa. Insomma, il campione d’Europa Under 19 (con una rete all’attivo) detiene le qualità da calciatore imprevedibile e nel suo arsenale vanta numerose giocate di grande personalità. Dopo gli stralci di A assaporati con il Sassuolo, per D’Andrea è tempo quindi di mettersi ancora in mostra tra i professionisti in una piazza, quella di Catanzaro, ideale per trovare continuità e provare ad affermarsi come uno dei talenti migliori del nostro calcio.

Subscribe
Notificami
guest

4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Sei risultati utili e un clean sheet ritrovato in campionato dopo dieci giornate. Le Aquile...
"La nostra squadra non molla nonostante la bella classifica, vogliamo giocarcela fino in fondo"...
“Fare punti è fondamentale per la nostra crescita. Derby? Le motivazioni verranno da sole"...

Dal Network

Calcio Catanzaro