Calcio Catanzaro
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Catanzaro-Foggia, Vivarini nel post-gara: “Abbiamo dimostrato anche oggi di essere squadra”

Il tecnico giallorosso al termine della sfida contro i satanelli: “Krastev se l’è cavata, D’Andrea ha grande personalità. Pompetti? E’ entrato in campo come un veterano”

Vittoria di misura all’esordio stagionale per il Catanzaro che batte 1-0 il Foggia allenato da Mirko Cudini e supera il turno preliminare di Coppa Italia: decisiva la rete al 70′ dell’ex attaccante rossonero Alessio Curcio. Le Aquile accedono così ai trentaduesimi della competizione dove, venerdì 11 agosto alla “Dacia Arena” (ore 18), se la vedranno con l’Udinese di Andrea Sottil. Intervenuto nella conferenza stampa post-gara, il tecnico giallorosso Vincenzo Vivarini ha commentato così il risultato maturato allo stadio “Luigi Razza” di Vibo Valentia: “Sono contento perché anche oggi abbiamo dimostrato di essere squadra. Abbiamo messo in campo i nostri principi di gioco. Mancano solo concretezza, velocità e incisività. Dobbiamo migliorare alcuni aspetti della fase di non possesso. Non abbiamo fatto giocare i nostri avversari ma bisogna lavorare su tanti aspetti. Non era facile vincere perchè abbiamo trovato una squadra che non ci pressava, si chiudeva ed era difficile trovare spazi. È mancato attacco alla porta e profondità ma mi è piaciuta la padronanza del campo”.

Oggi abbiamo fatto esordire Krastev, se l’è cavata bene perché ha sfidato Beretta che è un attaccante forte fisicamente. Ha tenuto botta agli attaccanti del Foggia, ha sbagliato qualche volta a forzare ma deve prendere sicurezza nei suoi mezzi. D’Andrea ha spunti interessanti, giovanissimo ma di grande personalità. Ha messo qualche pallone interessante in mezzo. Pompetti ha fatto già qualche campionato di Serie C e di conseguenza è entrato in campo come se fosse un veterano. Il resto della squadra dell’anno scorso ha un po’ di ruggine addosso ma sono tutti pronti ad affrontare la Serie B” – ha detto Vivarini parlando dei nuovi arrivati.

“Siamo agli inizi, dobbiamo rimetterci in moto. Questa partita era davvero complicata anche solo da preparare. Non abbiamo potuto nemmeno farlo, non sapevamo il modulo con cui il Foggia scendeva in campo. Dopo mezz’ora abbiamo modificato uscite e tante cose. Abbiamo concesso troppe ripartenze e dobbiamo lavorare maggiormente sulla fase di non possesso. Dobbiamo diventare squadra più solida. Stiamo lavorando con alternative a quello che facevamo l’anno scorso. Abbiamo aggiunto situazioni nuove nella fase di non possesso e in fase di possesso abbiamo altre soluzioni: oggi Situm faceva il trequartista, Ghion invece si abbassava a quattro”. Infine, sul possibile sbarco dell’attaccante Alfredo Donnarumma (escluso dall’amichevole con la Ternana per motivi di mercato) a Catanzaro: “È un ragazzo bravo, l’ho avuto a Teramo ed Empoli. Ci tengo a lui ma ha la sua strada da percorrere. Vediamo comunque un po’ cosa succede, il mercato di B è difficile perché bisogna affrontare spese e si arriverà sempre agli ultimi giorni con qualche colpo da fare”.

Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Brighenti potrebbe rivedersi accanto a Scognamillo, la coppia Pontisso-Petriccione verso la riconferma e Biasci in...
Brighenti potrebbe tornare titolare. Tutti i ballottaggi in casa giallorossa...
Il tecnico giallorosso: "Possiamo sopperire all'assenza di D'Andrea. Biasci e Ambrosino? Scegliamo in base alle...

Dal Network

In vista del match di domani tra i cremonesi e i giallorossi ecco lo Starting...

Mister Bianco potrebbe scegliere di partire ancora con il 3-4-2-1 visto a Terni nella scorsa...

Altre notizie

Calcio Catanzaro