Calcio Catanzaro
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Catanzaro, la carica di Vivarini: “Dobbiamo fare un campionato di B sopra le righe”

vivarini-catanzaro

Il tecnico giallorosso: “Nelle ultime settimane ho analizzato oltre 300 giocatori. Ecco chi ruberei al Pescara”

“Dobbiamo fare un campionato di B sopra le righe, mi auguro di avere le potenzialità per potermi giocare le partite alla pari con gli altri”. Suona la carica Vincenzo Vivarini dalle frequenze della tv abruzzese “Rete 8”. Ospite della trasmissione “La domenica sportiva”, l’allenatore del Catanzaro ha raccontato i segreti di una squadra da record: “E’ stato fatto un grande lavoro nel gennaio 2022, con un mercato importante e di prospettiva prendendo giocatori funzionali a un progetto chiaro che avevamo in mente. Faccio due esempi tra tutti: Sounas e Iemmello, che erano funzionali all’idea di calcio che volevamo attuare. Poi in estate abbiamo perfezionato rilevando gente come Brighenti e Ghion che ci hanno dato solidità in più”.

Vivarini è stato pungolato, dunque, sull’imminente sessione di mercato. “Nelle ultime tre o quattro settimane avrò visto e analizzato fra i tre e i quattrocento giocatori. Brighenti resta con noi, io vorrei toccare il meno possibile la rosa, tenere un po’ tutti, ma ci sono interventi da fare sul mercato perché dobbiamo ringiovanire la squadra, inserire dei fuoriquota più uno o due pezzi di spessore caratteriale e fisico. Qualcuno per forza di cose ci dovrà lasciare”. Non è un mistero che a Vivarini piaccia Rafia: dopo il 2-2 tra giallorossi e biancazzurri in campionato lo aveva paragonato a Zidane. “È un giocatore forte, ha qualità e potenzialità per fare campionati più importanti della Lega Pro, sa gestire la palla e anche fisicamente non è messo male. Può sicuramente stare bene nel Catanzaro. In questo momento è del Pescara, ma poi il mercato è sempre un grosso punto interrogativo”.

Prendendo in esame la rosa del Pescara, altri due pupilli di Vivarini sono Delle Monache, “un giocatore straordinario con facilità di dribbling incredibile”, e Desogus che “dal punto di vista tecnico è bravissimo”. Il Catanzaro può ripetere quello che ha fatto il Bari quest’anno? “Con la B c’è un gap molto alto in questo momento – ha detto il tecnico –, soprattutto sul piano atletico e fisico, ma anche su quelli tecnico e tattico. Nella categoria superiore c’è molta attenzione alla fase difensiva. Noi siamo molto proiettati al possesso palla e spero di riuscire a mantenere questa caratteristica, ma dobbiamo essere pronti ad affrontare un campionato con tante difficoltà”.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

"Doppia doppia" stagionale per il belga, tredicesimo gol in campionato per il capitano. ...
Il tecnico giallorosso: "Abbiamo raccolto meno rispetto a quanto fatto. Siamo un po’ in credito...
"Per la prima volta dopo tanto tempo c'è la possibilità concreta che una neopromossa dalla...

Dal Network

Mister Bianco potrebbe scegliere di partire ancora con il 3-4-2-1 visto a Terni nella scorsa...
Oltre ai lungodegenti, sarà ancora assente anche un difensore che non recupera in tempo...

Altre notizie

Calcio Catanzaro