Sulla difficoltà principale che il Catanzaro potrà riscontrare con la Virtus Francavilla: “I pugliesi sono capaci di trarre il massimo dalle gare casalinghe. Noi dovremo essere bravi a mettere in campo la stessa intensità che metteranno loro, cercando di pareggiare la carica agonistica e nervosa che avranno”.  Infine, sul turnover e le assenze in difesa: “Non tengo assolutamente conto di questo aspetto, penso solo a gratificare quei ragazzi che sono stati determinanti per raggiungere la promozione e che, anche restando in panchina, hanno lavorato sodo, fatto gruppo e si sono sempre fatti trovare pronti quando è stato necessario. Farò le mie valutazioni a ridosso della gara, una cosa è certa: voglio una squadra capace di fare bene e che provi a fare la partita”.